Selinunte service

Il tempio C

 

tempio cIl Tempio C per la cui costruzione fu utilizzato il calcare delle cave di Cusa, ubicate a nord della città: per trasportare i pesanti blocchi destinati all'edificio la strada pricipale nord/sud e parte di quella est/ovest furono realizate e dotate di una possente massicciata. Il tempio, forse dedicato ad Apollo, fu eretto attorno alla metà del VI sec. a. C. (560 a. C.) :è periptero (6 X 17 colonne ), con una doppia fila di colonne sul lato frontale ad est, dove era la gradinata d'ingresso. Le colonne del lato sud sono monolitiche, mentre quelle degli altri lati sono costituite da rocchi cilindrici sovrapposti. Del tempio rimane il basamento, elevato su alcuni gradini, e la parte inferiore dei muri della cella, a pianta stretta e allungata, preceduta da un pronao e con adyton sul fondo. Nell'area antistante si erege l'altare rettangolare, accessibile con una serie di gradini. Negli anni 1925-1927 è stato ricostruito il lato settentrionalePerseo che uccide Medusa della peristasi, con parte della trabeazione sovrastante (  tempio carchitrave, fregio a metope e triglifi , cornice), gli elementi che giacevano a terra ancora in perfetto ordine di caduta. Si sono conservati solo alcuni elementi solo alcuni eletti della decorazione scultorea del tempio, esposti nel Museo Archeologico di Palermo: una Gorgone in terracotta che ornava il frontone e tre metope in calcare che rappresentano Perseo e la Gorgone, Ercole e i Cercopi, il carro di Apollo e Artemide. Il rinvenimento di molti sigilli, papiri e tavolette nell'area del tempio lascia intuire che l'edificio potesse essere adibito anche a funzioni di archivio cittadino.